Listino Prezzi Siti Web

Listino prezzi siti web

Listino prezzi siti web: il costo per la creazione di un sito web.

Stilare un listino prezzi per un Sito Web è alquanto difficile e farne uno sarebbe come ammettere di avere soluzioni confezionate per fare numero. Un Sito Web è infatti un progetto che come per la ristrutturazione di una casa, va valutato in base agli obiettivi del cliente che è sempre differente.

Di seguito vi mostrerò una sorta di prezziario, con alcune delle mie soluzioni in termini di funzionalità e obiettivi, affinché possiate avere una linea guida sul costo ipotetico che potrebbe avere il vostro sito web.

Prezzario siti web

Prezzi siti web A partire da Costo massimo
Libero professionista/ azienda € 450,00 € 900,00
E-commerce € 1.200,00 € 3.500,00
Sito One Page € 250,00 € 350,00

N.B per avere un prezzo ben definito, vi consiglio di chiedere un preventivo.

Cosa comprende l’offerta?

Di base, qualsiasi tipo di sito web da me realizzato include:

  • Registrazione Hosting e Dominio
  • Caselle di posta elettronica
  • Installazione WordPress in italiano
  • Grafica personalizzata
  • Adeguamento al nuovo regolamento sulla privacy GDPR
  • Applicazioni
    • Live chat
    • Condivisione social
    • Form di contatto
    • Applicazioni di sistemi di sicurezza
  • Ottimizzazione SEO di base
    • creazione sitemap.xml
    • creazione file roobots.txt
    • installazione SEO plugin
    • indicizzazione standard su Google
    • Implementazione in Google Search Console
    • Implementazione Google Analytics

Siti web per liberi professionisti e aziende.

Quali sono le caratteristiche che li accomunano?

Che tu sia un libero professionista o un’azienda specializzata in servizi, la prima cosa che devi tenere a mente quando crei il tuo sito internet è quello di presentarti come un libro aperto.
Come potrai leggere anche in questo mio articolo Restyling sito web: Consigli utili, errori da evitare e prezzi analizza il tuo cliente ponendoti queste 3 domande:

  1. Quali problemi risolvi al tuo cliente?
  2. Perché si rivolge a te e non ai tuoi concorrenti?
  3. Quali sono le sue preoccupazioni principali rispetto ai tuoi servizi?listino prezzi siti web

Ovviamente queste sono domande che ci si deve porre anche quando si crea un e-commerce, ma nello specifico un sito volgarmente detto “vetrina” che non ha prodotti da vendere e far provare per aumentare la fiducia, deve puntare su questo: far capire sin dall’inizio all’utente che sei bravo in quello che fai.

E come lo fai?
Mostra per esempio tutti i tuoi lavori più belli. Per esempio se sei un arredatore di interni, a differenza di come mi è capitato più volte in passato, dammi i tuoi progetti, dammi foto reali di quello che hai realizzato. Non inondarmi di foto da catalogo, perché a quel punto è meglio per te fare un e-commerce e vendere quei prodotti.
Altro aspetto di cui ne ho parlato in precedenza è la USP ovvero la Unique Selling Proposition: leggi questo articolo per saperne di più.

E-commerce: Quale CMS utilizzare?

Differenza tra PrestaShop e Woocommerce

Gli online shop o e-commerce che realizzo, ovviamente non sono fatti tutti con WordPress/Woocommerce. Vi sono casi particolari in cui a mio avviso è necessario crearli con PrestaShop.  Perché? Semplice, PestaShop è un CMS nato e progettato per creare siti di E-commerce e penso che questo aspetto la dice lunga.

PrestaShopOnline shop con prestashop

PrestaShop ha infatti, un elevato numero di plugin o moduli professionali e progettati con molta cura, che è possibile aggiungere al proprio e-commerce. In questo modo è possibile offrire ai propri clienti diversi servizi di comparazione di prezzi, la possibilità di mostrare prezzi diversi in base alla tipologia di iscrizione; per esempio il tuo fornitore potrà visualizzare i prodotti a metà prezzo rispetto a chi è iscritto come semplice cliente.

Tra l’altro, ultimamente grazie a PrestaShop è possibile integrare facilmente una vera e propria App, per gestire comodamente tutto dai vari dispositivi mobili. Offre soluzioni professionali per chi vuole integrare il proprio sito con un software gestionale; spicca tra tutti Danea EasyFatt.

Dall’altra parte, facilita la gestione dell’e-shop con i plugin necessari per l’ottimizzazione SEO, i pulsanti di social sharing e quelli relativi alla gestione del catalogo dei prodotti, permettendone il rapido aggiornamento in tempo reale con nuovi arrivi e l’eliminazione dall’interfaccia utente di quelli esauriti.

Altro aspetto da non sottovalutare è il sistema CMS che consente di effettuare operazioni tecniche più specifiche come l’emissione delle fatture contestualmente all’acquisto sul sito, la gestione del reso degli utenti insoddisfatti o lo storno di voucher dal totale, il cumulo alla voce saldo ecc…

Ultimo ma non in ordine di importanza, è l’analisi di dati e delle statistiche delle vendite ordinate per giorno ma raggruppabili per mesi, anni o periodi personalizzati secondo le proprie esigenze.
Un unico software per creare e gestire il tuo e-commerce.

Ma quali sono i suoi punti deboli? Se vogliamo trovare un difetto al servizio, possiamo dire che non risulta molto immediato per un utente poco esperto. Bisognerà prenderci la mano per poter sfruttare a pieno le grandi potenzialità che offre, ma una volta presa la mano tutto diventa molto intuitivo ed immediato e si cominciano ad apprezzare tutte le risorse del software.

La cosa che ti colpirà fin da subito è la possibilità di personalizzare fin nei minimi dettagli tutto il negozio: dalle schermate alle descrizioni del prodotto. Si possono aggiungere e togliere utilities che migliorano l’aspetto grafico delle pagine e si può monitorare l’intera attività senza il rischio di dover usare altri programmi.

WordPress e Woocommerce

Cos’è WordPress lo sappiamo già; è un CMS (o per dirla breve software) al momento leader in tutto il mondo per la realizzazione di siti web.
Se peliamo invece di Woocomerce allora li casca l’asino, perché spesso e volentieri sento dire: “il mio sito è realizzato con Woocommerce.” Non c’è nulla di più sbagliato, perché il tuo sito non è realizzato con Woocommerce, ma è realizzato con WordPress! Stiamo parlando infatti di un plugin, ovvero un’estensione tramite applicazione esterna che installata su WordPress, permette al tuo sito di diventare un negozio online.

Vediamo i vantaggi e svantaggi.

Vantaggi:

  • Senza dubbio è molto facile da installare e configurare e rispetto a PrestaShop è più semplice e immediato nell’apprendimento. Come PrestaShop, Woocommerce da la possibilità di integrare sistemi di pagamento elettronico come PayPal e carte di credito/debito.
  • Il 38% dei siti web usa la tecnologia WordPress
  • La sua community è la più attiva e funzionale e supera qualsiasi altro CMS. Questo vuol dire che la maggior parte dei problemi può essere facilmente risolto, grazie anche al supporto di tantissimi esperti presenti in tutto il mondo.
  • Esistono migliaia di temi già pronti e configurati per creare e-commerce professionali.
  • WordPress viene costantemente aggiornato in modo che le sue funzionalità siano sempre al top e la sicurezza garantita.
  • Sempre come PrestaShop, puoi facilmente creare un calcolo automatico per il prezzo delle spedizioni, in base ai paesi di destinazione.

Se decidi di creare un e-commerce con WordPress e Woocommerce, sicuramente potrai ottenere un ottimo risultato con prezzi davvero vantaggiosi rispetto a PrestaShop, perché vi sono innumerevoli plugin gratuiti che ti permettono di aggiungere quasi tutte le funzionalità necessarie ed è molto più semplice modificarli. In generale è più semplice modificare qualsiasi sito fatto in WordPress, perché è progettato in un modo tale, che le customizzazioni siano facili da eseguire e questo ovviamente incide anche sul prezzo.

Ma allora quali sono gli svantaggi?
Ecco ce arrivo subito al punto. Un e-commerce con grandi pretese ha bisogno di qualcosa che sia nativo per quello scopo e PrestaShop come detto in precedenza lo è. Voglio dire che se il tuo sito fatto con WordPress lo appesantisci troppo con plugin che ti fanno aumentare le funzionalità, lo renderai anche lento nella navigazione.

Un plugin non è altro che un insieme di codici che il tuo browser, come Google Chrome o Microsoft Edge per esempio deve interpretare e tradurre in maniera tale che tu possa vederlo in una semplice interfaccia grafica che ti agevoli nell’utilizzo e questo ovviamente diventa uno sforzo. Devi sapere infatti che se un sito è troppo lento Google lo penalizzerà e sarà molto più difficile farlo apparire in prima pagina.

  • Si deve stare molto attenti agli aggiornamenti. Ciò significa che: se WooCommerce effettua un aggiornamento, non devi cliccare immediatamente su “Aggiorna”, ma testare il suo negozio a fondo in un ambiente di prova chiuso. Perché a causa dei vari altri plugin, possono sorgere enormi problemi con il negozio.
    Potrebbe infatti capitare che Woocommerce fa degli aggiornamenti, mentre lo sviluppatore del tuo tema è rimasto ancora alla versione precedente. Se aggiorni il plugin impulsivamente potrebbero verificarsi errori di malfunzionamento dovuti alla compatibilità col tema o con gli altri plugin installati e il conseguente malfunzionamento di tutto il sito.
  • Woocommerce viene sviluppato negli Stati Uniti e questo ogni tanto comporta problemi per così dire legali, quando si tratta di aggiungere funzioni di adeguamento alla situazione giuridica attuale. A differenza di PrestaShop, che di base è un CMS sviluppato in Francia e quindi Europeo, si deve stare molto più attenti nella configurazione, per far si che rispetti sia le norme vigenti in termini di privacy e quindi il GDPR, sia per quanto riguarda il nostro sistema fiscale.

Ricorda comunque che un negozio online è pur sempre un negozio ed è per questo motivo che ha costi più elevati, perché appunto ha bisogno di molta cura e manutenzione.

Creazione siti web professionali: perché rivolgersi a un professionista?

Per un sito web professionale è consigliabile l’utilizzo di strumenti open source come WordPress o PrestaShop, ma ciò che conta davvero e ciò che fa la differenza è la progettazione del sito, poiché su un sito web, non è solo importante la grafica o le funzioni che vi sono al suo interno, ma la comunicazione.

Un sito che funziona deve avere alle spalle una chiara fase progettuale, fondamentale per il successo, dove viene studiata l’architettura dei contenuti e l’usabilità.
Puoi avere anche ottime competenze informatiche sufficienti alla creazione, ma questo non fa di te un professionista del settore. Come in ogni settore, inogni professione, non ci si può improvvisare esperti in poco tempo o ritenere di essere davvero bravi con pochi sforzi, la professione del web designer necessita di studio costante e specifica esperienza nel settore.

Leggi anche: PERCHÉ AVERE UN SITO WEB?

Attività di web marketing annesse ai siti web.

Se vuoi ottenere risultati concreti ed aumentare ancora di più la visibilità del tuo sito, dovresti includere almeno alcuni di questi servizi, quali:

  • Gestione delle pagine social
  • Attività SEM sui social e Google Ads
  • Ottimizzazione SEO avanzata

Questi sono ovviamente servizi che non possono essere calcolati facilmente, perché richiedo tempo e dedizione. Sono servizi che posso includere nel tuo preventivo, ma a cadenza mensile, semestrale o addirittura annuale, perché è il lavoro costante che ti può portare risultati concreti.

Adesso che hai capito meglio di cosa stiamo parlando, contattami o compila il modulo per ricevere un preventivo personalizzato e fatto su misura per te.
Cosa aspetti? Puoi anche chiamarmi o inviare un semplice messaggio.

Sono consapevole che i dati richiesti verranno memorizzati. Ulteriori informazioni Provacy Policy

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.