Definizione di sito web

Quando qualcuno ci presenta dei servizi che sono legati al mondo della rete (e ahimè, tra questi ci sono spesso anch’io) inizia a parlare del classico SITO VETRINA. In realtà oggi è una definizione errata, sarebbe più azzeccata invece se potessimo tornare indietro nel tempo di almeno 10 anni, se non più e creare il buon e vecchio sito in HTML che serve semplicemente da brochure online.

Questa cosa crea confusione ed è facile pensare che se un sito web non è in realtà un e-commerce non serve a niente. Niente di più sbagliato!

I siti web che oggi si possono e si devono proporre sono siti che permettono al pubblico di interagire con esso. Mi riferisco ad esempio alla pagina blog dove è possibile (come adesso sto facendo) scrivere su un argomento e dare la possibilità a chi legge di poter commentare il contenuto e di poterlo condividere attraverso i social come Facebook e Twitter.

Analizziamo le caratteristiche di un sito web odierno.

Un sito web ha i seguenti requisiti:

  1. La classica struttura: Home, Chi Siamo, Servizi o Prodotti, Gallery o Portfolio, Blog e Contatti
  2. Da la possibilità di: condividere le pagine e gli articoli del blog con i social
  3. Permette all’utente di registrarsi e ricevere le novità e le offerte che l’azienda offre
  4. Da la possibilità di commentare gli articoli. (come detto in precedenza)
  5. Dispone di almeno un form dei contatti, per l’invio rapido di un e-mail tramite il sito stesso.
  6. Mappa Google integrata, per facilitare al cliente l’arrivo in sede.
  7. Tasti per la chiamata rapida tramite dispositivo mobile
  8. Possibilità di inserire le recensioni dei clienti che hanno usufruito dei vostri prodotti e/o servizi.
  9. Integrare delle chat online per poter comunicare rapidamente con un operatore o col proprietario del sito stesso.

Descriviamo la struttura

  • Home o Homepage: questa pagina rappresenta il biglietto da visita dell’intero sito web, quindi deve essere graficamente accattivante e riuscire sinteticamente a descrivere cosa facciamo e a chi ci rivolgiamo, con poche parole e belle immagini o icone che ci aiutano a memorizzare e capire velocemente.
  • Chi siamo: spesso e volentieri sottovalutata, è forse la pagina più importante, perché è proprio qui che dobbiamo parlare di noi e farci conoscere raccontando possibilmente i traguardi che abbiamo ottenuto dalla nostra esperienza.
  • Servizi/Prodotti: se l’attività in questione vende servizi allora è chiaro che la pagina in questione deve descrivere nei dettagli le varie offerte, parlando invece di prodotti, a differenza dell’e-commerce, che permette la vendita online, si possono catalogare con delle belle immagini, tutti i prodotti che l’azienda produce, con l’inserimento di schede tecniche o descrittive del singolo prodotto.
  • Gallery/Portfolio: si può utilizzare quando il prodotto o il servizio si può auto promuovere con delle fotografie. Per renderla più accattivante, si può ad esempio collegare a Instagram e integrare le foto che facciamo su quest’ultimo, sulla pagina del nostro sito in tempo reale.
  • Blog: è una pagina che ci può essere utile in termini di SEO o Ottimizzazione sui Motori di Ricerca. Infatti, si possono sfruttare gli articoli del blog per inserire dei contenuti “appetibili” per Goolge.
  • Contatti: La pagina dei Contatti, deve possedere un elenco di tutti i modi in cui è possibile contattare l’azienda: email, telefono, cellulare, fax, indirizzo postale, numero verde, skype, ecc… Dobbiamo dare la possibilità al cliente di scegliere quale sia per lui il modo più semplice per contattarci!

 

Conclusioni

Un sito web, per così dire semplice, non è sinonimo di inutilità, permette comunque di far interagire il nostro pubblico e quindi di farlo interessare ai nostri prodotti/servizi, a inscriversi alle nostre newsletter, di contattarci facilmente per venirci a trovare in sede…insomma, le cose che si possono fare sono davvero tante.
Se invece pensate di poter andare oltre, allora dovete farlo! L’e-Commerce è sicuramente la soluzione più completa, con un buon piano di marketing riesce può portare a grandi risultati, ma questo è un altro discorso…ne riparleremo al prossimo articolo! 😉

 

Condividi